Lago Natron

Lasciamo a malincuore il Serengeti Nord e ci dirigiamo verso il lago Natron. Il viaggio dura circa cinque ore su una strada molto sconnessa. Il paesaggio è molto diverso da quello che abbiamo lasciato ed è dominato dal vulcano attivo Ol Doinyo Lengai (2890 m). Anche il clima è molto diverso: la regione è semi-desertica ed è molto caldo. Le strutture per dormire qui sono tutte basiche. Il lago al momento è abbastanza ritirato, in quanto siamo nella stagione secca.

 


Noi pernottiamo al Natron Tented Camp, un campo gestito da Masai. La tenda è abbastanza piccola, ma l'atmosfera è incantevole. In aggiunta ci sono un paio di Martin Pescatori che visitano regolarmente il luogo: quello africano è diverso da quello che vediamo da noi. Qui trovi alcuni scatti che ho fatto in Italia.

Nel pomeriggio insieme ad un Masai ci rechiamo alle cascate di Ngaresero. La camminata non richiede particolare condizione fisica, però bisogna stare attenti in quanto si guada il fiume diverse volte e si cammina su rocce a volte scivolose. Il luogo è molto bello, anche se non facciamo il bagno in quanto la pozza è in ombra e c'è molto vento.

Un aneddoto simpatico: alla sera gioca la Svizzera contro l'Argentina negli ottavi della Coppa del Mondo. Sudi ci accompagna in un villaggio vicino a vedere l'incontro: stupende emozioni... solo che al secondo minuto del supplementare la batteria si scarica. In aggiunta i telefoni non hanno rete, perciò solo il giorno seguente veniamo a sapere il risultato!

 

Sveglia all'alba (ancora...) e accompagnati dal Masai di ieri ci rechiamo al lago ad ammirare i fenicotteri. Non ce ne sono tantissimi... ma alcuni sì e riesco ad ottenere qualche scatto interessante.

Purtroppo è giunto il momento di rientrare a casa. Il viaggio fino ad Arusha dura circa sei ore e dopo un briefing alla Rift Safari, Sudi ci accompagna nel lodge dove abbiamo trascorso la prima notte. Ceniamo e verso le dieci ci rechiamo in aeroporto.

 

Che dire in conclusione? Esperienza incredibile... ho provato a condividere con voi le nostre gioie attraverso le parole e le molte fotografie. Spero vi siate appassionati leggendo i vari articoli. Per qualsiasi ulteriore chiarimento o informazioni non esitate a contattarmi.

Io, mia madre e Sudi, la guida, alla sede della Rift Safari
Io, mia madre e Sudi, la guida, alla sede della Rift Safari

   

Safari in Tanzania

 

Scegliere il safari  

 

 

Trovi altri racconti nella sezione Articoli

 

Torna all'indice di Viaggi

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

Site in English