Serengeti Nord

Dopo aver visitato il Serengeti centrale partiamo alla ricerca della migrazione. In teoria saremmo già dovuti andare nella zona occidentale, chiamata Grumeti, ma quest'anno pare sia un anno un po' strano. Solitamente in questo periodo gli gnu e le zebre sono lì, ma quest'anno erano in anticipo, perciò già si stavano dirigendo verso il fiume Mara, poi però alcuni giorni di pioggia nel Serengeti centrale hanno confuso e disperso le mandrie. Come detto nella zona centrale c'erano molte zebre e pochissimi gnu. Il tempo sta cambiando pure qui...

Per sapere dove si trovano solitamente le mandrie mese per mese potete visitare questo link della Rift Safari, l'agenzia a cui ci siamo rivolti.

 


Inizialmente ci dirigiamo un po' ad ovest e visto che ci mancano incontriamo delle leonesse. Troviamo zebre e gnu, ma non in quantità da migrazione. Andiamo verso nord, ma della migrazione non c'è traccia. Ci rechiamo però ad un pozza colma di ippopotami, dove c'è pure un piccolo coccodrillo ed incontriamo anche degli elefanti che ci sbarrano la strada.

Dopo alcune ore arriviamo nella zona di Lobo, che ospita diversi animali residenti, tra cui un paio di branchi di leoni molto numerosi, ma non facilmente avvistabili. L'area è un buon punto da dove visitare il fiume Mara, che dista comunque tre ore, ma il lodge ha un prezzo abbordabile.

Effettuiamo un lungo safari tra le verdi colline e quasi subito avvistiamo dei leoni! Vediamo anche delle antilopi delle rocce.

Pernottiamo al Lobo Wildlife Lodge, situato su un grande kopje, da dove si gode di una stupenda vista. La struttura è molto grande, costruita in legno e ci sono alcuni mobili massicci e particolari. C'è pure una piscina ricavata in parte dalla roccia.

Il giorno seguente ci dirigiamo ancora più a nord: iniziamo a vedere sempre più gnu e anche una leonessa in una simpatica posa. Più ci avviciniamo al fiume Mara e più il numero di gnu aumenta: è impressionante... ci sentiamo pure noi degli gnu!

Quando giungiamo al fiume troviamo numerose jeep pronte a cogliere il momento giusto. Gli gnu sono raggruppati sulle sponde del fiume, ma non ci sono ancora guadi. Noi ci spostiamo dalla massa, come di consueto, e ad un certo punto degli gnu che giungono dall'altra parte in pochi minuti decidono di lanciarsi nell'avventura e attraversare il fiume! Il tutto dura circa trenta minuti. È molto emozionante... peccato non ci siano coccodrilli.

Pranziamo, mentre sembra che gli gnu se ne vadano, poi improvvisamente alcune zebre guadano il fiume e gli gnu le seguono. Ad un certo punto si sentono dei lamenti strazianti: è uno gnu che è stato attaccato da un coccodrillo! Assistiamo a quattro attacchi ad opera di due enormi coccodrilli, che con calma scelgono la loro preda. L'ultima lotta per quindici minuti, ma è il coccodrillo ad avere la meglio.

Nella via del ritorno vediamo ancora una leonessa...

Oltre alle fotografie allego anche un video.

Il giorno seguente partiamo per il lago Natron e dopo sei giorni lasciamo il Serengeti purtroppo!

   

Safari in Tanzania

 

Scegliere il safari  

 

 

Trovi altri racconti nella sezione Articoli

 

Torna all'indice di Viaggi

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

Site in English