Sabi Sands - Sud Africa

La Sabi Sands è uno dei migliori luoghi dove fare safari ed è conosciuta soprattutto per gli avvistamenti di leopardi. Si trova in Sud Africa ed è una riserva privata che confina con il Kruger: tra i due parchi non ci sono recinzioni, perciò gli animali sono liberi di muoversi.

La riserva ha un'area di 650 km quadrati e al suo interno vi sono una ventina di lodges, che solitamente hanno un numero esiguo di stanze e dei prezzi elevati, alcuni sono molto lussuosi. Giusto ricordare che nel prezzo sono sempre inclusi tutti i pasti, il safari della mattina, quello del pomeriggio che si protrae anche con l'oscurità e una camminata.


Il contenuto di Google Maps non è mostrato a causa delle attuali impostazioni dei tuoi cookie. Clicca sull' informativa sui cookie (cookie funzionali) per accettare la policy sui cookie di Google Maps e visualizzare il contenuto. Per maggiori informazioni, puoi consultare la dichiarazione sulla privacy di Google Maps.

Nella Sabi Sands non si possono effettuare safari da soli, solo i mezzi dei lodges sono autorizzati, quindi solitamente non c'è molto traffico quando si avvistano gli animali. In alcune zone però possono esserci più fuoristrada, perchè la riserva funziona con le concessioni: ogni lodge ha un'area delimitata, dove possono muoversi. I più lussuosi normalmente hanno delle vaste aree, mentre quelli meno lussuosi si uniscono tra di loro in modo da coprire un'area maggiore, ma non tutti funzionano così.

I vantaggi di una riserva privata come questa sono essenzialmente due secondo me: la possibilità di uscire dalle piste e quindi avvicinarsi a pochi metri dagli animali e la possibilità di fare i safari notturni, quando diversi animali sono più attivi. Le note negative sono sicuramente il prezzo, ma la qualità si paga, ed il fatto che a volte si è nei fuoristrada con persone al primo safari, perciò ci si ferma per ogni soggetto...

Le informazioni generali sia sulla riserva, lodges, voli,... le trovate sul sito ufficiale www.sabi-sands.com 

 

Io ci sono stato due volte: l'anno scorso ho fatto tre notti al Nkorho Bush lodge, durante il mio più ampio viaggio in Sud-Africa, mentre quest'anno mi sono dedicato esclusivamente al safari: tre notti all'Idube e tre all'Umkumbe. Tengo subito a precisare che sconsiglio altamente quest'ultimo... ma entrerò nel dettaglio in seguito.

Iniziamo dal Nkorho: 8 camere, staff e guide davvero competenti, camere spaziose e caratteristiche,... insomma un luogo che consiglio. Si trova nella parte nord della Sabi Sands. Ma gli avvistamenti? incredibili... In una mattina siamo riusciti a vedere 4 leopardi! Ecco qualche foto:

L'Idube è eccezionale... ho soggiornato in una delle due suite: camera spaziosa, veranda ampia con addirittura una piccola piscina privata, ma anche gli chalet "normali" sono davvero notevoli. Soprattutto mi ha colpito il cibo: colazione abbondante, pranzo a buffet con molta scelta e a cena si poteva sempre scegliere tra due pietanze: i piatti erano squisiti e presentati davvero bene. Durante la giornata è possibile recarsi in un nascondiglio, dove c'è una pozza d'acqua: io ho visto ippopotami, bufali, elefanti, coccodrilli,... e tra i vari chalet si vedo antilopi, facoceri, scimmie e raramente il leopardo, perciò alla sera non è permesso muoversi da soli.

E gli avvistamenti? Buoni direi... Tre leopardi, uno con la preda sull'albero e un'altro su delle belle rocce, leonesse con i cuccioli, rinoceronti, leoni maschi che mangiano un bufalo, wild dogs... Considerando l'ultima mattina rettificherei in eccezionali: prima abbiamo avvistato un leopardo con una preda sull'albero, che poi è sceso; poco dopo abbiamo seguito tre leonesse a caccia, che si sono dileguate nel bush. Più avanti abbiamo visto una mandria di bufali e ad un certo punto sono partiti di corsa con una leonessa che li seguiva. C'era tantissima polvere e molti alberi, perciò non abbiamo assistito al momento dell'attacco vero e proprio, ma nel giro di un paio di minuti abbiamo ritrovato le leonesse con un piccolo bufalo. Una lo teneva al collo e poi cercava di soffocarlo, mentre le altre due lo mangiavano. È stato straziante, perchè per circa 20 minuti il bufalo ha resistito ed è stato uno dei momenti più memorabili di tutti i miei safari, anche se non ci sono foto epiche.

Arriviamo ora alla nota dolente del viaggio: l'Umkumbe. Il lodge è mediocre e le camere sono spaziose, anche se la doccia è solo esterna, la vista sul fiume (secco quando ci sono stato) ed i suoi animali non è male, invece il cibo non è per niente speciale: la cena soprattutto si raffreddava molto in fretta e c'era poca scelta. Ma la cosa più assurda è la grandezza della concessione: appena 7 km quadrati! Piccolissima... per questo i fuoristrada viaggiano ad una velocità tartarughesca e ci si ferma per ogni animale. Loro non hanno fatto accordi con altri lodge, però per il prezzo che si paga non ha senso venire qui. È talmente piccolo che i leoni per mesi non si vedono e magari vedi degli animali che segui per un paio di minuti, ma poi devi fermarti perchè sono fuori dalla loro proprietà. In aggiunta l'Umkumbe ha solo due fuoristrada, che riempie totalmente e vi sono solo due altri mezzi di un altro campo.

Nonostante questo abbiamo avuto molta fortuna, perchè la seconda sera appena prima del lodge il tracker (la persona che sta seduta davanti) dice di aver visto qualcosa, mentre la guida risponde che è solo un riflesso di un palo dell'elettricità. Per fortuna andiamo a controllare, perchè sono due leopardi e c'è pure una preda. Fortunatamente la mattina dopo sono ancora lì: l'albero su cui la femmina dorme è molto artistico e mi permette degli scatti interessanti.

Noi siamo stati davvero fortunati, perchè senza l'avvistamento del tracker, avremmo visto poco o niente.


  

 

Trovi altri racconti nella sezione Articoli

 

Torna all'indice di Viaggi

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0