Kandersteg

Giungendo dall'Emmental, prima di arrivare a Kandersteg, mi fermo al Blausee: un piccolo lago dal colore spettacolare colmo di trote. Purtroppo c'è molta gente ed è pure molto caldo, perciò dopo aver fatto il giro del lago a piedi mi dirigo a Kandersteg.

Il parco naturale di cui fa parte anche il Blausee è aperto da Aprile a Ottobre circa, dalle 9 alle 17. Il prezzo per gli adulti è di 7 Chf, mentre i ragazzi dai 6 ai 15 anni pagano 3 Chf. Nel prezzo è incluso anche un giro in barca.

 


Kandersteg si trova nell'Oberland bernese ed è situato a 1200 metri di altitudine. D'inverno è meta per i sciatori, mentre d'estate è preso d'assalto dagli escursionisti, in quanto nei dintorni ci sono più di 500 chilometri di sentieri e funivie che facilitano le passeggiate.

Anche qui decido di dormire in tenda, visto le temperature elevate, e mi sistemo al Camping Rendez-vous, accanto alla funivia per il lago di Oeschinen. Visto che è ancora abbastanza presto decido di andare a piedi al lago: ci sono due sentieri che partono nei pressi del campeggio e decido di seguire quello accanto al fiume. Non c'è ombra e fa veramente caldo, ma in poco più di un'ora arrivo al lago, dove trovo molta gente, barche, pescatori,... Decido quindi di proseguire ancora un po' e di recarmi fino a Unterbergli, dove sorseggio una fresca bibita ammirando il panorama, dopo circa 30-45 minuti di cammino. Per il ritorno invece dal lago scelgo il sentiero che segue parzialmente il tracciato della funiva.

Mi sveglio presto ed è già caldissimo: alle 8 sono già 18 gradi, e non è ancora arrivato il sole... Oggi decido di andare a Sunnbüel: prendo la funivia che mi porta a quota 1936 metri. C'è tantissima gente... troppa per i miei gusti di camminatore solitario: tutti seguono il sentiero che più che sentiero è una strada sterrata che porta al Gemmipass. Mi fermo a scattare foto ad un paio di laghetti molto suggestivi. Forse posso aggiornare le foto della serie Riflessi. Ad un certo punto decido di svoltare in un boschetto e seguire un "vero" sentiero: paradiso. Non c'è nessuno e trovo alcuni laghetti veramente incantevoli.

Nel primo pomeriggio parto per la mia ultima destinazione: Lauterbrunnen, ai piedi dell'Eiger, Mönch e Jungfrau.

  

Viaggio in Svizzera

 

Trovi altri racconti nella sezione Articoli

 

Torna all'indice di Viaggi

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

Site in English